Tag Archives: Facebook

Ebuddy.com: La Chat di Facebook direttamente sul cellulare

Vi insegno un piccolo segreto, se così si può dire, si tratta di un sito ormai storico per chi naviga da anni sui cellulari.


Ebuddy.com offre servizi di messaggistica direttamente dal browser del telefonino. Ebbene, ormai da diversi mesi, offre la chat di Facebook. Cosa che lo stesso Facebook dal portale per dispositivi mobili ancora non fa.

ebuddy chat di facebook sul cellulare

Dunque se volete chattare su Facebook direttamente dal display del telefonino collegatevi su www.ebuddy.com, scegliere la lingua italiana selezionando Language. Poi selezionate Facebook e inserite i vostri dati di accesso.

Ebuddy lo conosco ormai da anni e posso dirvi che si tratta di un servizio serio, invece vi sconsiglio di usare servizi sconosciuti, che potrebbero trarvi in inganno solo per rubare la password del vostro account.

Bloccare l’applicazione di Facebook Friend Interview

Negli ultimi giorni il mio profilo è stato inondato da interviste fatte da amici (quasi tutte tramite l’applicazione Friend Interview) automaticamente pubblicate sulla mia bacheca.
Personalmente sono divertito dalla cosa, ma ho pensato che qualcuno potrebbe avere l’esigenza di bloccare questo genere di pubblicazioni automatiche.

Così ho creato un piccolo filmato che illustra come bloccare l’applicazione e evitare future pubblicazioni sul proprio profilo.

Gruppi Facebook senza amministratore

Questo gruppo non ha più amministratori! o per dirla all’inglese There are no admins left in this group!. Comincia da questa frase la caccia ai gruppi di Facebook senza amministratore.

Si, perché ormai di caccia si tratta, anzi la definirei una vera e propria guerra.

Penso di essere forse il primo al mondo a parlarne esplicitamente, ma in tanti hanno scoperto l’espediente o lo usano abitualmente.
Tutti tacciono sperando che il metodo continui a funzionare quanto più a lungo possibile, ma credo che Facebook stia per prendere provvedimenti.

Facebook per molti è un gioco, per altri è un business basato sugli utenti. Ad esempio avere dei gruppi numerosi vuol dire avere tante persone in ascolto a cui inviare messaggi pubblicitari di vario genere.
Si possono promuovere innanzitutto dei siti,  degli eventi, ma anche prodotti, servizi o semplicemente altri gruppi che si vuol far diventare ancor più numerosi.
Sempre più spesso, anziché promuovere qualcosa, si punta addirittura a vendere il gruppo su forum di discussione o siti di annunci.

Ma entriamo un po’ nella pratica di questo torbido mondo.

All’inizio i sistemi per ottenere dei gruppi con decine di migliaia di utenti si basavano soprattutto sulla creduloneria o, come indicata su alcune delle più note guide inglesi sull’argomento, sulla stupidity degli utenti.

Si creava un gruppo, si diceva che iscrivendosi al gruppo si potevano ottenere dei servizi speciali (scopri chi visita il tuo profilo, colora il tuo facebook, guarda le foto di tutti, bla bla bla…), magari ornando il tutto con una fantomatica applicazione (quasi sempre del tutto vuota) da attivare e indicando esplicitamente che per ottenere i vantaggi promessi bisognava invitare qualche decina di amici ad iscriversi ed attendere fiduciosi.
Una tecnica virale, stile catena di Sant’Antonio che nel giro di pochi giorni faceva (e fa tutt’ora) esplodere gruppi con centinaia di migliaia di iscritti.

Tuttavia l’ultima, meno faticosa, tendenza è un’altra.
Facebook di frequente individua gli utenti che fanno spam, anche grazie alle segnalazioni degli utenti, e sospende i loro account. In altri casi più rari, sono gli utenti che si cancellano spontaneamente o si rimuovono da amministratori di gruppi.
In tutte queste situazioni i gruppi creati dall’utente cancellato non vengono eliminati e permangono su Facebook.
Nella home dei gruppi compare l’annuncio Questo gruppo non ha più amministratori! e, se si è iscritti, appare anche una seconda frase: I membri avranno a breve la possibilità di diventare amministratori.
Questo significa che dopo qualche giorno comparirà il link Diventa amministratore, che con un semplice click consente di impossessarsi del gruppo con tutti i suoi utenti iscritti, belli e pronti a cui è possibile inviare messaggi i ogni genere.

Niente di più ghiotto per chi vuole proprio dei gruppi numerosi. Non a caso sono in tanti in tutto il mondo ad usare la tecnica che ha il vantaggio di essere semplice, rapida e soprattutto perfettamente legale, in quanto è un’opzione resa disponibile dai gestori.

Non è raro cercando gruppi di questo tipo notare dei nickname di fantasia che sono amministratori di numerosi gruppi, che fino a poche ore prima erano senza amministratore. Probabilmente qualcuno ha persino creato dei software che verificano la possibilità di diventare amministratore, oppure c’è chi sta lì tutto il giorno a verificare la situazione, infatti dopo pochi istanti dalla comparsa del link Diventa amministratore i gruppi risultano presi dai soliti nick.

A seconda delle necessità, una volta divenuti amministratori è possibile pure cambiare il titolo e l’argomento del gruppo, confezionandolo su misura.

Bruciando le tappe, in pochi giorni si possono raggiungere centinaia di migliaia di persone.

Per concludere vi chiederete: ma come si fa a cercare questi gruppi? La stranda più banale ed efficace è sicuramente Google, in diverse varianti a seconda della vostra fantasia.

Se condividete questa notizia su blog o forum di discussione vi invito gentilmente a riportare un link a questo articolo, che inaugura la categoria Black Hat Seo sul mio blog.

La tomba virtuale su Facebook

bara-facebookLa “vita” virtuale si evolve…

A luglio avevo posto con largo anticipo un problema, cioè quello delle persone morte registrate su Facebook.

A distanza di diversi mesi, a dimostrare la necessità di interventi, è arriva una proposta da parte di Facebook.

Nel blog ufficiale è stata annunciato un modulo di contatto, tramite il quale è possibile richiedere la trasformazione di un profilo da standard a commemorativo. Una sorta di profilo ricordo (o se preferire di tomba virtuale) per l’utente scomparso.

Sul sito si legge:

ATTENZIONE: questo modulo è destinato esclusivamente alla segnalazione del decesso di una persona, al fine di trasformare il suo account in un account commemorativo. Nell’account commemorativo, verranno rimosse alcune informazioni riservate e la privacy verrà impostata in modo che solo gli amici confermati possano accedere al profilo o trovarlo nelle ricerche. La bacheca continuerà ad essere visualizzata, consentendo ad amici e familiari pubblicare post in ricordo della persona scomparsa. Non risponderemo alle richieste di altro tipo ricevute mediante questo modulo.

Dopo questo bel post vi autorizzo ad una grattata virtuale o reale. 🙂

Trucchi per giochi di Facebook: rallentare per vincere!

Visto il grande interesse, propongo un nuovo articolo dedicato ai trucchi dal mondo di Facebook, oggi in particolare voglio darvi una dritta su come fare punteggi strabilianti ai giochi. Giusto per dire qualche titolo: Biotronic, Typing Maniac, Waka-Waka .

Non voglio spiegarvi nulla di collegato alle regole dei singoli giochi, quelle le potete trovare su decine di siti, con tanti consigli su come migliorare il vostro stile di gioco e con un po’ di pratica avrete il piacere di scoprirli da soli.


Qui voglio offrirvi un aiuto di tipo tecnico. Forse non sarà molto corretto nei confronti dei vostri amici, ma con un po’ di pratica potrete stracciarli nelle classifiche. Vediamo nel dettaglio come procedere.

In parecchi giochi la componente velocità è fondamentale. Ma chi ci impedisce di rallentarli un po’, tanto quanto basta per avere un attimo di riflessione in più e vincere con più facilità?

Le strade possibili sono due. La prima è quella di usare un computer lentissimo di suo, che faccia andare tutto a rallentatore.
Oppure, più semplicemente, ci serve un programmino denominato Game Speed Adjuster, come dice il nome stesso è un software che regola la velocità di esecuzione di giochi.
Una volta scaricato e installato permette di regolare il rallentamento del gioco, è possibile anche impostare dei tasti di scelta rapida per poter variare al volo le impostazioni con la semplice pressione di un tasto.

Dopo aver aperto il gioco (preferibilmente con Explorer, perché ho notato che Firefox spesso reagisce male al rallentamento), bisogna aprire il programma e nei momenti di necessità far calare la velocità di gioco.

Game Speed Adjuster

Nulla di complicato insomma, non vi resta che provare!

Fatemi sapere com’è andata 😉

Strana favicon.ico sui server di Facebook

Navigando nella ricerca utenti di Facebook è possibile notare che le immagini dei vari utenti sono pescate da un sottodominio con indirizzo http://profile.ak.facebook.com/

Fin qui nulla di strano, evidentemente carica le foto da un server che si occupa solo di quello.

Il fatto particolare, che ha attirato la mia attenzione, è la favicon caricata quel server. La favicon.ico è l’icona che esce di fianco alla barra degli indirizzi e nell’elenco dei siti preferiti e di solito ha dimensioni piccoline.

In questo caso si tratta di un’immagine leggermente più grande del solito, ma soprattutto insolita.

Mi dite chi sono questi due personaggi?? (l’immagine è presente ad oggi, 27 maggio 2009)
favicon
http://profile.ak.facebook.com/favicon.ico

Trucco segreto per Facebook, effetto colorato

Trucchi per facebook

Effetto colorato su Facebook

Cliccate in un punto a caso sulla pagina di facebook con il tasto sinistro.

Sulla tastiera premete i seguenti tasti:

  • su
  • su
  • giù
  • giù
  • sinistra
  • destra
  • sinistra
  • destra
  • b
  • a
  • invio

Provate adesso a cliccate nuovamente in un punto della pagina e vedete che succede.

Ovviamente su giù sinistra e Destra sono le freccette, b e a sono le lettere e invio è il tasto invio.

Chiudendo la finestra si disattiva.

L’effetto potrebbe non comparire su alcuni browser vecchi o non compatibili.

Simpatico questo trucco per Facebook vero?